I primi segni di gonorrea si manifestano con frequente e impellente desiderio di urinare, dolore durante la minzione e perdite bianche abbondanti. Purtroppo una minoranza di uomini infetti e una maggioranza di donne infette non provano mai i sintomi iniziali, per cui possono anche non sapere di essere infetti, almeno finché la malattia non si è diffusa attraverso il sangue nelle ossa, nelle giunture, nella pelle, nei tendini o in altre parti del corpo.

Come si diffonde la gonorrea?

Viene quasi sempre trasmessa mediante il contatto con organi sessuali di un partner infetto. Non completare l’atto sessuale non evita la malattia: infatti, i batteri che la causano possono entrare nel corpo attraverso l’uretra, la cervice, il retto o la bocca. I primi sintomi appaiono normalmente durante la prima settimana, sebbene a volte vi possa essere un ritardo persino di un mese. Pertanto è sempre bene che il rapporto sessuale con una persona non conosciuta dal punto di vista sanitario sia “protetto” dall’uso di un preservativo, raccomandabile per entrambi i partner.

Perché è importante una cura precoce della gonorrea?

Al suo stadio iniziale la gonorrea si cura facilmente con la penicillina o con altri tipi di antibiotici. Tuttavia, se non la si tiene controllata, può causare seri danni. Negli uomini i batteri possono invadere l’uretra, causando problemi alla minzione o alla prostata e ad altre strutture importanti per la produzione del seme, causando la sterilità. Nelle donne la malattia si può diffondere alle tube uterine e alle ovaie, causando salpingite e sterilità. Nel suo stadio più avanzato, la gonorrea può attaccare non solo l’apparato urinario e quello della riproduzione, ma anche la pelle, le ossa, le giunture, i tendini e altri organi del corpo.