Gastrite

La gastrite: un’infiammazione da tenere sotto controllo

La gastrite è l’infiammazione della mucosa dello stomaco; una persona affetta da questo disturbo avverte forti dolori e bruciori allo stomaco, difficoltà a digerire il cibo e senso di gonfiore.

Le cause

La gastrite può essere causata da un eccesso di secrezione di succhi gastrici, che a stomaco vuoto, ha come conseguenza l’aggressione alle pareti stesse dello stomaco, oppure da un’infezione dovuta a un particolare batterio. In entrambi casi, la mucosa gastrica risulta assottigliata e irritata, e se la forma infiammatoria non viene curata, c’è la possibilità che essa dia origine a un’ulcera, ovvero una lacerazione nel rivestimento dello stomaco; se l’ulcera è perforata, cioè si crea un vero e proprio buco nella parete dello stomaco, si ha un’emorragia e l’aggressione da parte dei succhi gastrici degli organi limitrofi.

Se la causa della gastrite e dell’ulcera è la presenza di Helicobacter pylori, un batterio dotato di flagelli, è possibile giungere a completa guarigione con cura antibiotica specifica. Dagli studi effettuati dal Dipartimento Medicina Interna dell’Università di Bologna è emerso che questo batterio è presente nello stomaco di circa 25 milioni di italiani di età compresa tra i 18 ei 75 anni; circa metà di queste persone non si accorge dell’infezione, poiché non avverte alcun sintomo, mentre l’altra metà soffre di disturbi che caratterizzano la gastrite, l’ulcera e attacchi più o meno frequenti di diarrea. Si è anche scoperto che Helicobacter pylori ha un ruolo importante nella genesi del tumore allo stomaco. Sembra che l’infezione di questo batterio da sola non sia sufficiente a determinare il cancro, ma è stato calcolato che nei paesi industrializzati, circa il 40-60 % dei casi di tumore allo stomaco potrebbe non svilupparsi se lo stomaco stesso non fosse stato precedentemente infettato da Helicobacter.

La prevenzione

Per prevenire l’insorgere di un’ulcera, la persona che soffre di gastrite deve assumere farmaci idonei e sottoporsi ad una dieta povera di ci cibi acidi (quali agrumi,aceto,pomodoro, kiwi e alimenti grassi) e ricca di cibi basici, come il latte.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *